IL TRIBUNALE DI MILANO RICONOSCE IL SUPERMINIMO COME NON ASSORBIBILE, CONDANNANDO UNA IMPORTANTE COMPAGNIA DI TELECOMUNICAZIONI A RIFONDERE AI LAVORATORI ASSISTITI DAL NOSTRO STUDIO QUANTO ILLEGITTIMAMENTE ASSORBITO

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Con il dispositivo di sentenza pubblicato in data 22.04.2021, il Tribunale di Milano ha riconosciuto che il superminimo dei dipendenti assistiti da questo studio legale, assorbito per la prima volta dopo molti anni nel febbraio 2018, in concomitanza con un aumento della retribuzione tabellare, doveva essere considerato come non assorbibile. Per tale motivo l’azienda è stata condannata a rifondere quanto detratto fino a oggi.